030220313 info@studiombc.com
Lun - Ven 9.00 - 18.00
Via Aldo Moro, 5 25124 Brescia

In partenza il “Bando patrimonio d’impresa – misura per favorire il rafforzamento patrimoniale delle PMI lombarde e la ripresa economica”

In partenza il “Bando patrimonio d’impresa – misura per favorire il rafforzamento patrimoniale delle PMI lombarde e la ripresa economica”

Contributi fino a 100.000 euro in base alle proprie caratteristiche

***

Dalle ore 12.00 dell’8 luglio 2021 e fino ad esaurimento delle risorse a disposizione, che ammontano complessivamente a 140 milioni, sarà possibile presentare online le domande per accedere alle agevolazioni previste dal Bando patrimonio d’impresa – misura per favorire il rafforzamento patrimoniale delle PMI lombarde e la ripresa economica, che prevede 2 linee:

  1. La Linea 1 è rivolta a:
  • PMI costituite nella forma di impresa individuale ovvero società di persone attive da almeno 12 mesi;
  • Liberi professionisti che abbiano avviato l’attività professionale da almeno 12 mesi che decidono di trasformarsi in società di capitali e che prima di presentare la domanda di partecipazione abbiano deliberato un aumento di capitale pari ad almeno 25.000 euro.

e prevede un contributo a fondo perduto del 30% dell’aumento di capitale sottoscritto e versato, con un valore massimo di contributo pari a 25.000 euro per impresa. Il contributo regionale dovrà essere iscritto in una riserva di patrimonio netto non distribuibile da utilizzare per futuri aumenti di capitale sociale.

  1. La Linea 2 prevede un contributo a fondo perduto del 30% dell’aumento di capitale sottoscritto e versato, con un valore massimo di contributo pari a 100.000 euro per impresa. Il contributo regionale dovrà essere iscritto in una riserva di patrimonio netto non distribuibile da utilizzare per futuri aumenti di capitale sociale ed è concesso a fronte di un investimento almeno pari al doppio del contributo.

È rivolta alle PMI già costituite nella forma di società di capitali che abbiano deliberato un aumento di capitale pari ad almeno 75.000 euro e che sostengono un investimento per lo sviluppo e il rilancio almeno pari al doppio del contributo in uno dei seguenti ambiti:

  • attrazione investimenti
  • reshoring e back shoring
  • riconversione e sviluppo aziendale, anche finalizzati alla valorizzazione del capitale umano
  • transizione digitale
  • transizione green.

Inoltre, le PMI che partecipano alla Linea 2 possono richiedere anche un finanziamento a medio lungo termine a Finlombarda S.p.A., finalizzato a sostenere il programma di investimenti e assistito da una garanzia regionale oppure utilizzare risorse proprie anche mediante finanziamenti ottenuti da intermediari finanziari.

Per entrambe le linee, il contributo a fondo perduto verrà riconosciuto a fronte di aumenti di capitale già deliberati alla data di presentazione della domanda ma successivamente alla data di pubblicazione della DGR n. 4697 del 12 maggio 2021.

Nel programma d’investimento sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • macchinari, impianti di produzione, attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive (sono inclusi gli automezzi purché non destinati al trasporto merci su strada);
  • software & hardware;
  • marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
  • opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica nel limite del 20% delle precedenti lettere a), b) e c) se direttamente correlate e funzionali all’installazione dei beni oggetto di investimento;
  • consulenze strategiche e tecniche nel limite del 10% delle voci precedenti.

***

Contattaci per avere maggiori informazioni: clicca qui

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e ti ricontatteremo al più presto!