030220313 info@studiombc.com
Lun - Ven 9.00 - 18.00
Via Aldo Moro, 5 25124 Brescia

Le nuove aliquote e i nuovi massimali previsti dalla Legge di Bilancio 2021 per il credito d’imposta ricerca, sviluppo e innovazione si applicano alle spese sostenute dal primo gennaio 2021

Le nuove aliquote e i nuovi massimali previsti dalla Legge di Bilancio 2021 per il credito d’imposta ricerca, sviluppo e innovazione si applicano alle spese sostenute dal primo gennaio 2021

Con la risposta all’interpello n. 323 del 10/05/2021, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che in assenza di specifiche disposizioni di decorrenza, le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2021 si applicano solo а decorrere dalla data di entrata in vigore della medesima legge.

***

L’Agenzia delle Entrate con la risposta all’interpello n. 323, ha fornito maggiori informazioni in merito alla decorrenza delle nuove disposizioni in merito alla disciplina del credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e innovazione estetica disciplinato precedentemente dalla L. 160/2019.

In particolar modo, in riferimento all’aumento delle aliquote del credito d’imposta e al limite massimo dello stesso, riconosciuto per ciascun periodo d’imposta in relazione alle diverse tipologie di attività ammissibili, la lettera f) del citato comma 1064 dell’art  I della L. 178/2020 ha apportato le modifiche direttamente nel testo del comma 203 dell’art. 1 della citata L. n.  160/2019, prevedendo in sostanza:

  • l’aumento del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo dal 12% al 20% e un aumento dell’ammontare massimo di beneficio spettante da 3 a 4 milioni di euro,
  • l’aumento del credito d’imposta per investimenti in innovazione tecnologica e nel design e ideazione estetica dal 6% al 10% e un aumento dell’ammontare massimo del beneficio spettante da 1,5 a 2 milioni di euro,
  • l’aumento del credito d’imposta dal 10% al 15% della misura dell’incentivo per investimenti in innovazione tecnologica finalizzati alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati per il raggiungimento di un obiettivo di prodotti aumento dell’ammontare massimo del credito d’imposta spettante da 1,5 a 2 milioni di euro.

L’Agenzia delle Entrate all’interno della risposta all’interpello, ha precisato che in assenza di specifiche disposizioni di decorrenza, le modifiche introdotte dalla legge di bilancio si applicano solo а decorrere dalla data di entrata in vigore della medesima legge, per cui le maggiori aliquote previste dall’attuale legge di bilancio 2021 saranno applicate con riferimento alle spese ammissibili sostenute a partire dal 1° gennaio 2021, ai sensi dell’articolo 109 del TUIR.

Trattandosi quindi di modifiche concernenti un incentivo che si applica per periodi d’imposta, tali modifiche, in assenza di una specifica norma che attribuisca loro effetti retroattivi, non possono in nessun caso avere effetto su periodi d’imposta precedenti dell’entrata in vigore delle modifiche stesse.

La posizione interpretativa, peraltro, risulta coerente con le stime degli effetti finanziari delle novità introdotte, illustrate nella relazione tecnica di accompagnamento alla legge di bilancio 2021.

***

Contattaci per avere maggiori informazioni: clicca qui

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e ti ricontatteremo al più presto!